Servizi di Tecnologia Avanzata

La Tecnologia avanzata ci consente oggi di passare da una medicina “reattiva” che aspetta la malattia per entrare in azione con protocolli standardizzati ad una medicina “proattiva” che conosce i parametri dei pazienti nella maniera più completa, continuativa e puntuale possibile. Ci stiamo avviando verso un’era dove tablet, smart-watch e smart-phone sono sempre di più a fare parte del nostro approccio alla salute.
La tecnologia oggi permette di raccogliere e registrare numerosi indici fisici, clinici ed ematochimici del paziente, utilizzandoli per definire percorsi di diagnosi,di prevenzione e di cura personalizzati.
Oggi siamo in grado, attraverso la tecnologia, di incamminarci verso una medicina/odontoiatria meno interventista ma sicuramente più personalizzata e su misura per il nostro singolo paziente.
Per rimanere nel nostro campo pensiamo alla possibilità di controllare la progressione della malattia cariosa attraverso un’App che registri il numero di attacchi acidi giornalieri a cui è sottoposto il cavo orale del nostro paziente o l’acidofilia della placca batterica o il consumo giornaliero di alimenti zuccherati. Oppure immaginiamo la possibilità di monitorare lo sviluppo e la progressione della malattia parodontale, rilevando i maggiori fattori di rischio della stessa, come l’abitudine al fumo o il diabete. Oppure un’apposita App per verificare il sanguinamento gengivale o la perdita di supporto osseo. Gli esempi potrebbero continuare con il controllo delle patologie articolari attraverso il monitoraggio dell’attività muscolare o la valutazione della necessità di trattamento ortodontico in base a parametri di funzionalità masticatoria dinamici e non “statici” come oggi routinariamente si usa. E che dire poi della possibilità di diagnosticare patologie OSAS con esami polisonnografici a distanza, che potrebbero essere alla portata (almeno nella fase di depistaggio) anche dell’odontoiatra meno esperto.
Ovviamente, per essere considerate vantaggiose, le applicazioni della tecnologia avanzata all’odontoiatria dovrebbero:
-  aumentare l’efficienza dei nostri interventi terapeutici dandone per scontata ovviamente l’efficacia;
-  aumentare l’accuratezza del trattamento clinico personalizzandolo al singolo paziente;
-  avere un alto livello di predicibilità e un rapporto costo/beneficio biologico ed economico sostenibile.
Con le nuove tecnologie potremmo, in definitiva, avere una grandissima serie di dati del nostro paziente che potrebbero indurci a rimodulare il paradigma dei nostri trattamenti, orientandoli sempre di più verso un approccio preventivo o curativo personalizzato.
Entreremo così a pieno titolo come odontoiatri nel solco della moderna medicina, declinando nel nostro campo quello che nel settore biomedico si sta affermando come la medicina di precisione.

SEDAZIONE COSCIENTE

La sedazione cosciente è una tecnica di in uso dalla metà del XIX secolo, resa celebre dalla sua applicazione in ambito medico. Grazie al suo utilizzo, i pazienti possono eliminare l’ansia e la paura di ogni tipo di intervento, permettendo allo specialista di effettuare le cure con la massima tranquillità.

Pazienti più sereni e più soddisfatti, per un lavoro svolto in pieno relax e con risultati eccellenti. Adatta a qualunque tipo di soggetto, è ideale per bambini, adulti e anziani e per chiunque voglia godersi i trattamenti dentistici senza stress. La sedazione cosciente è utile per tutti gli interventi odontoiatrici
 
La tecnica consiste nella somministrazione, attraverso una mascherina nasale, di una miscela di ossigeno e di protossido di azoto. La somministrazione produce un rapido effetto di rilassamento, l’ansia sparisce e il paziente si dispone con molta tranquillità alle cure dello specialista. A gestire il loro dosaggio è un sistema digitale di ultima generazione, con sistemi di sicurezza avanzati.

Durante la sedazione vengono costantemente monitorati i parametri vitali: frequenza cardiaca, pressione arteriosa, frequenza respiratoria, saturazione in ossigeno. Il rilassamento è totale, ma il paziente resta cosciente e collaborativo e terminata la somministrazione della miscela di gas torna rapidamente allo stato iniziale di vigilanza.

IMPRONTA DIGITALE

Fino a qualche anno fa, le impronte dentali di precisione venivano effettuate solo tramite un particolare composto siliconico, che veniva steso sull'arcata dentale del paziente con l'utilizzo di un portaimpronte.Il sapore della pasta creava un certo fastidio, così come la sua consistenza. Dopo qualche minuto, il dentista provvedeva a rimuovere il composto ormai solidificato per tutte le analisi del caso. In pazienti particolarmente sensibili, si poteva addirittura verificare una sensazione di vomito.

Con il progredire delle moderne tecnologie e le ricerche di settore, oggi si è arrivati a proporre una nuova modalità di impronta dentale: l'impronta digitale odontoiatrica che avviene tramite una speciale telecamera intraorale.

Per prima cosa, al paziente è garantito il massimo del comfort. A differenza della precedente, la moderna impronta digitale non richiede alcuna tipologia di pasta, evitando così tutti i fastidi ad essa associati. L’impronta digitale odontoiatrica è assolutamente precisa ed affidabile, due caratteristiche indispensabili per programmare interventi dentali e restauri di altissima qualità. Ciò significa anche che non saranno necessari ulteriori appuntamenti per sistemare lavori poco precisi ed approssimativi, con notevole risparmio di tempo e denaro.

Il procedimento è molto semplice. Per prima cosa, il medico dentista effettua una scansione intraorale in modalità 3D. I risultati, in formato digitale, vengono elaborati da un software e inviati ad un fresatore che realizzerà la protesi reale. E' così possibile realizzare una protesi dentale in tempi brevissimi. In un'unica seduta, il paziente potrà avere una protesi ricostruttiva completa, sottoponendosi quindi anche ad un’unica e sola anestesia.

Il materiale utilizzato è certificato, di alta qualità e praticamente identico a quello dei denti naturali. L’alta precisione consente l'immediata cementazione della stessa. L’impronta digitale, inoltre, non prevedendo l’utilizzo dei fili retrattori, non provoca eventuale dolore nel periodo post-operatorio. Il paziente, durante tutto l’intervento, può monitorare la situazione attraverso un monitor messo a sua disposizione. In qualsiasi momento, i dati registrati in 3D potranno essere rivisti. La protesi dentale digitale è la scelta perfetta per un risultato veloce, ottimale e preciso.

CHIRURGIA GUIDATA

La “Chirurgia guidata” si basa sull’aiuto di un software dedicato che permette di inserire virtualmente gli impianti nella posizione più adeguata, seguendo già una guida protesica.

Casi di riabilitazione completa dell’arcata superiore con una protesi “Toronto bridge” a carico immediato, con la relativa e imprescindibile esigenza di “stabilità primaria”, sono stati svolti operativamente con la chirurgia computer guidata. La tecnologia è in grado da subito di fornirci indicazioni ad esempio sulla densità ossea grazie ad un software di elaborazione immagini finalizzato a rendere ottimale la preparazione del sito implantare. Dopo la presa della prima impronta, ogni procedura è stata eseguita in forma digitale: la stessa dima chirurgica viene realizzata in seguito alla scannerizzazione del modello in gesso, sottoforma di file “.stl”. Questi file “.stl” servono a “spiegare” la struttura dell’ oggetto attraverso una “scomposizione” delle superfici che lo compongono in tanti elementi di forma triangolare. In poche ore si riescono portare termine interventi di questo tipo aspetto decisamente apprezzato dal cliente, il quale potrà oltretutto beneficiare così di una protesi stabilmente fissata all’osso.

Il poter stabilire nuove diagnosi più approfondite, la possibilità di pianificare l’intervento in modo virtuale, tempi di trattamento sempre più ridotti, diminuendo i margini d’errore, sono oggi risultati sorprendenti. Nasce in definitiva la tecnica che, supportata dai software, permette di velocizzare e rendere più sicure e precise diagnosi e terapie, tali da offrire agevoli interventi al paziente sempre più esigente. Il Dottore può così ottimizzare l’intervento pianificando già gli step che contraddistinguono la fase protesica. In questo modo si può progettare un intervento adeguato per valorizzare al massimo l’estetica del paziente che tra l’altro non dovrà più affrontare la paura e lo stress di sedute ripetute e dolorose. Aumenta l’estetica e si riduce ai minimi termini l’invasività. La chirurgia guidata è una tecnica che permette di pianificare e posizionare gli impianti secondo inclinazione, profondità e direzione. La simulazione su di un modello digitale permette l’immediata realizzazione di una protesi precedente all’intervento.

La ricostruzione tridimensionale di una zona o dell’intera arcata dentale permette così di procedere con la Chirurgia Guidata. Tutte le scelte e le decisioni verranno prese prima dell’intervento chirurgico, consentendo di ottenere risultati più prevedibili in termini di estetica e funzionalità. L’esistenza “a monte” di una pianificazione eseguita “a tavolino”, basata su valutazioni e criteri protesici, permette di limitare le tempistiche e fornire la risposta più adeguata, caso per caso.

Le complete funzioni di visualizzazione del software per la chirurgia guidata consentono di spiegare i vantaggi delle scelte di trattamento al paziente. Questo migliora la comunicazione tra medico e paziente e rafforza la fiducia nel trattamento implantare. L’utilizzo di questa innovativa soluzione, se quantità e qualità di osso e gengiva sono sufficienti, consente di inserire gli impianti senza incidere la gengiva (chirurgia senza lembo o “flapless surgery”); un intervento minimamente invasivo con tempi operatori ridotti e con una guarigione molto più rapida per il paziente. Inoltre, la scelta dei componenti protesici può essere pianificata in fase di progettazione consentendo di realizzare la protesi provvisoria per effettuare casi di carico immediato.

ORTOPANTOMOGRAFO

L’ortopantomografia, o panoramica dentale, è una radiografia delle arcate dentarie utilizzata dagli specialisti per avere una visione generale dei denti, delle arcate dentarie e delle ossa mescellari e mandibolari. È di fondamentale utilizzo per un bilancio iniziale dello stato della bocca prima di un trattamento odontoiatrico. È indispensabile per valutare lo stato della dentizione nei soggetti in età di sviluppo, per evidenziare eventuali malformazioni dentarie o denti inclusi e per ricercare lesioni ossee, infiammatorie, cistiche o tumorali.
Per ottenere la proiezione delle arcate si utilizza una tecnica che si basa sulla rotazione del tubo radiografico intorno alla testa del paziente mentre ruota contemporaneamente la cassetta radiografica. Il fascio di raggi x emesso dal tubo è assai sottile così da attraversare volta a volta un'unica sottile sezione delle arcate e proiettarne l'immagine radiografica su una precisa posizione della pellicola.
Pur trattandosi di un esame radiologico il paziente viene esposto a radiazioni ionizzanti ma, di norma, l’ortopantomografia è considerato un esame sicuro e indolore.

RX DIGITALE

La radiografia digitale è uno strumento indispensabile dell'indagine odontoiatrica. È uno dei principali esami diagnostici, consente una visione completa dell'anatomia dentale del paziente e costituisce la base sulla quale impostare successivi approfondimenti. Punto fondamentale del protocollo diagnostico, permette di scoprire tutte quelle affezioni dell’apparato stomatognatico che risultano nascoste all’esame obiettivo, e che rappresentano spesso la maggior parte.

E’ un esame rapido e non invasivo, per la cui esecuzione lo studio si avvale di uno degli apparecchi radiografici più moderni, garantendo l'elevata qualità dell'immagine e la trasmissione in tempo reale dei files al sistema computerizzato. Si tratta di un dispositivo ad acquisizione digitale, con tutti i vantaggi di questa tecnologia in termini di bassa dose di emissione di raggi X e ottimizzazione della visione delle radiografie che presenta numerosissimi programmi che permettono di eseguire indagini sempre personalizzate ed ottimizzate alla variabilità anatomica dei pazienti.

TELECAMERA INTRAORALE

La telecamera intra orale è una delle più recenti metodologie di diagnostica per immagini in odontoiatria.  È uno strumento fondamentale che consente di riprendere l’interno della cavità orale tramite fotogrammi o filmati e di poterli visualizzare su un monitor.

Le sue funzioni sono quelle di migliorare la diagnostica intra orale e di aumentare la possibilità di comunicazione con i pazienti tramite le immagini che si possono acquisire.

SISTEMA DI REALTA' AUMENTATA ICNOS

Icnos é il primo sistema di comunicazione e distrazione di realtá aumentata, sviluppato apposta per il paziente durante la sua visita dal dentista.

Attraverso dei video occhiali con una applicazione incorporata e connessi ad un telecomando sensibile al tatto il paziente può scegliere diverse opzioni di intrattenimento oltre a poter comunicare con il dentista.


Vieni a provarli nel nostro Studio!